Associazione Ideali e Valori
Difendiamo la verità affinchè la giustizia possa tutelare gli interessi collettivi ...
Aug 2012

Sulle celebrazioni in ricordo del sacrificio di Don Aldo Mei

Ritengo opportuno precisare che la tre giorni di celebrazioni in ricordo del sacrificio di Don Aldo Mei presenta una penosa lacuna nel momento in cui viene ignorato il nome di Lilio Giannecchini,ex(sic)Direttore dell'Istituto Storico della Resistenza e dell' età contemporanea in Provincia di Lucca,che ha l'enorme merito di aver conservato la memoria di Don Aldo Mei sottraendo all'incuria della persone ed alle offese del tempo i ricordi ed i cimeli relativi al suo martirio.Sarebbe stato doveroso chiamarlo alla tribuna per esporre la cronaca dei giorni del martirio(Agosto 1944) e quelli della riscoperta delle sue memorie che giacevano in completo oblio in un annesso agricolo in uno stato conservativo tutta'altro che ottimale(metà degli anni 80).E' stato Lilio che sulla scorta del mandato preciso di Don Natalino Mei,fratello di Don Aldo,a farsi carico di ricercare catalogare e preservare il prezioso materiale, che Lilio aveva preso impegno di consegnare ad un futuro Museo, dedicato alla memoria di Don Aldo nella frazione di Fiano di Pescaglia, di cui egli era Parroco e da cui fu portato via sulla base di una delazione di due zelanti fasciste Pescagline.Il filo rosso e nero delle due cronache si intrecciano a questo punto con il filo grigio sporco di cronaca recentissima, che ha visto "lo spodestamento" di Lilio dalla sua carica di Direttore dell'Istituto, sulla base di un pretestuoso utilizzo di una vicenda paragiornalistica, che ha assunto le caratteristiche di un vero e proprio complotto.A seguito di questi avvenimenti attraverso uno o due passaggi si è arrivati alla nomina di un direttore,Gianluca Fulvetti, la cui dimensione di Storico non è certo ingigantita da questa nomina cadutagli addosso..........

Non gli invidiamo perciò il pesante fardello che dovrà sopportare nel momento in cui egli ,dopo la sostituzione nella carica di direttore dell'Istituto Storico,dovrà sostenere anche l'incongruo ruolo di relatore di vicende umane lontane da lui nel tempo e nella conseguenzialità degli eventi.Il filo (storico) legato all'intrecciarsi dei tre fili sopra citati ,in tutta sicurezza non potrà reggere il carico della vicenda umana di Don Aldo Mei.Quanto su esposto non intacca la mia stima per Gianluca Fulvetti, mentre mi lascia perplesso sulle cause e circostanze per le quali l'Assessore Leana Quilici,che ho contattato personalmente qualche tempo fa relativamente al "corpus" delle celebrazioni,non abbia cercato di completare il quadro delle stesse, utilizzando le informazioni fornitele.

Bruno Rossi
Presidente dell'Associazione “Ideali e Valori”