Associazione Ideali e Valori
Difendiamo la verità affinchè la giustizia possa tutelare gli interessi collettivi ...
May 2013

Appello di Lilio Giannecchini, uno degli ultimi superstiti capi partigiani, a tutti gli iscritti all'ANPI nazionale ce gli hanno manifestato il sostegno e solidarietà nell'occasione dell'aggressione fascista subita alla vigilia del 24 dicembre 2012

Alla c.a dell'ANPI provinciale di Genova

e p.c. all'ANPI Nazionale

e p.c. alle sezioni dell'ANPI di Genova
Lucca, lì 22/05/2013

OGGETTO: Appello di Lilio Giannecchini, uno degli ultimi superstiti capi partigiani, a tutti gli iscritti all'ANPI nazionale ce gli hanno manifestato il sostegno e solidarietà nell'occasione dell'aggressione fascista subita alla vigilia del 24 dicembre 2012.

Cari compagni, le cicatrici sul cranio procuratemi dalla bastonatura ormai sono appena visibili, ma le cicatrici morali inflittemi dall'azione persecutoria di alcuni burocrati impadronitisi delle strutture dell'ANPI, che io ho contribuito a creare!, non solo sono ancora aperte ma per giunta sono state incrudite dall'ultima lettera pervenutami dal Comitato Provinciale di Genova, datata 8/5/2013, rigorosamente priva di firma e protocollo (vera e propria lettera anonima!), per cui non è possibile risalire agli eventuali estensori. D'altronde la stessa forma anonima ed apocrifa era stata scelta in precedenza da un presidente dell'ANPI Nazionale nella sua prima comunicazione di sospensione dall'associazione dall'ANPI per un anno, di cui si allega in parallelo la comunicazione inviatami.

Vane sono state le mie proteste e il presidente nazionale Smuraglia, finalmente scovato e costretto a disvelare la sua identità, ha, dopo aver violato il principio costituzionale recepito dall'art. 2 della Costituzione, inventato un Comitato di Garanzia ad hoc, che ha prolungato l'esame del mio ricorso fin oltre la scadenza della sospensione stessa. E' invero questo fatto dimostra l'ammaloramento delle strutture dell'ANPI: il presidente Smuraglia andava sottoposto al giudizio degli iscritti dell'ANPI e costretto a dimettersi per la vergognosa vicenda nella quale egli ha rivestito il ruolo principale.

Leggete tutti i documenti relativi a queste vicende ed inviate i vostri messaggi di protesta all'ANPI nazionale ed all'ANPI provinciale di Genova, e di solidarietà ad un vecchi partigiano stanco di combattere: tutto questo “per dignità non per odio”. Fate presto perchè sono sicuro che i miei detrattori contano anche sulla brevità del tempo della mia sopravvivenza.

Grazie
Lilio Giannecchini




Lilio Giannecchini, detto Toscano
Vice Comandante della Brigata Partigiana Oretse
Loc. Piazzanello, 16
Pescaglia (LU)

ALLEGATI:
Sulla via di da Sant'Anna di Stazzema appello a Napolitano (25/03/2013):
http://www.idealievalori.it/files/f0ef29049b7aa86a36a562ac8c0f21db-125.html


Lettera al Presidente Napolitano di Lilio Giannecchini (08/02/13)
http://www.idealievalori.it/files/eab4eb93c9e86f3a5032e0b45298f48b-124.html


Page 1

Continua ...