Associazione Ideali e Valori
Difendiamo la verità affinchè la giustizia possa tutelare gli interessi collettivi ...
Sep 2013

Consiglio Comunale e Provinciale congiunto del prossimo 5 settembre sulla Liberazione di Lucca -ore 17:00 Palazzo Ducale- RICHIESTA DI INTERVENTO

Ai Presidenti del Consiglio ed ai capogruppo del Comune e della Provincia di Lucca

FAX. +390583442505, +0583417326

e p.c. Spett. Prefetto e Questore di Lucca
FAX. +390583424666, +390583455413

OGGETTO: Consiglio Comunale del prossimo 5 settembre sulla Liberazione di Lucca -ore 17:00 Palazzo Ducale- RICHIESTA DI INTERVENTO

In rapporto ai tragici eventi relativi all'eccidio della Farneta, che conobbe il suo inizio alle ore 23,45 del 2 settembre 1944, il Comitato a Difesa dell'ISTORES di Lucca ritiene necessario ricordare questa data e la successiva Liberazione di Lucca con la dovuta solennità e col rendere pubblica la memoria relativa ai nomi ed alle circostanze dei due avvenimenti, purtroppo non collegati fra di loro -Lucca era già stata liberata il 5 di settembre, ma le SS erano ancora presenti nella Certosa il 6 settembre quando la colonna dei rastrellati, ivi compresi i certosini, partirono per una lunga marcia verso Carrara- ed il riconoscimento che si deve a coloro che riuscirono a ricreare la memoria dei fatti, in primis il dott. Domenico De Nozza, Dirigente dell'Ufficio Politico della Questura di Lucca, di cui abbiamo rintracciato una relazione dei fatti della Certosa, ed in seguito gli studiosi storici degli avvenimenti, fra cui spicca Nicola Laganà "Purtoppo sul nido d'implumi il nibbio fece sua preda", edito dall'ISTORES di Lucca, allora diretto da Lilio Giannecchini, che fu' promotore della pubblicazione. Lo stesso Lilio Giannecchini ha contribuito alla ricostruzione della liberazione di Lucca, riportando alla memoria i nomi dei quattro giovani partigiani che, a rischio della vita, informarono il Colonnello Sherman ed il Capitano Gandy , che stavano per ordinare il bombardamento di Lucca, definita "città fortificata", del fatto che i Tedeschi avevano abbandonato la città e che i cittadini di Lucca potevano essere considerati liberi.

Su sollecitazione di Giannecchini il Governo USA ha disposto la tumulazione dei due ufficiali americani nel cimitero nazionale statunitense di Arlington ed il Comune di Lucca ha attribuito la cittadinanza onoraria; sempre su iniziativa del Direttore Giannecchini il Comune di Lucca ha concesso una onorificenza ad
Alfonso Pardini, uno dei quattro patrioti che attraversarono l'Ozzari per avvisare gli americani (gli altri tre erano Guglielmo Bini, Giuseppe Lenzi e Alberto Mencacci)

Premesso tutto questo il Comitato chiede che vengano invitati al Consiglio Congiunto Comunale e Provinciale di Lucca del prossimo 5 settembre lo storico
Nicola Laganà, Lilio Giannecchini ed i parenti dei quattro coraggiosi patrioti, nonchè del Questore e del Prefetto di Lucca, depositari della memoria storica del dott. De Nozza.

Bruno Rossi
Presidente del Comitato a Difesa dell'Istores di Lucca


Lucca, lì 2 settembre 2013