Associazione Ideali e Valori
Difendiamo la verità affinchè la giustizia possa tutelare gli interessi collettivi ...

IDV: la trasparenza degli atti amministrativi e contabili del partito

Estratto dalla pag. VII della cronaca di Lucca de "Il Tirreno" del 13 aprile 2012


20120413_ItaliaValori_IlTirreno_Lucca

IDV, il tesserato numero 1 abbandona il partito

Il Tirreno ed.ne di Livorno 09 aprile 2012
"La lettera di dimissioni di Bruno Lippi: «Le dinamiche di potere hanno invaso il partito che ha subìto una deriva autoritaria»
image.

Il primo tessarato livornese all'Italia dei Valori - Bruno Lippi, 77 anni, consigliere della circoscrizione 2 e padre del circolo labronico di Di Pietro aperto nel 2003 - ha deciso di lasciare il partito. Ha scritto a Roma comunicando l'uscita sua e della moglie, «perché dopo aver lavorato tanti anni per creare una realtà aperta e trasparente ho riscontrato che le dinamiche di potere hanno invaso il partito che ha subito una deriva autoritaria». Di seguito la lettera inviata al Tirreno per annunciare le dimissioni da Idv.
Con questa lettera rendo nota la mia decisione di non rinnovare la mia iscrizione al partito dell'Italia Dei Valori di cui sono stato uno dei fondatori nella provincia di Livorno, tanto da avere la tessera numero 1. I motivi che mi hanno portato a questa scelta sono molteplici. Il mancato rispetto dello statuto interno manifestato con la nomina di figure non previste (a partire dal presidente provinciale). La vicenda che ha portato all'uscita dal partito dell'ex vicesindaco Toncelli, caratterizzata da un uso distorto delle regole e dal comportamento antidemocratico dei vertici. La mancanza di coordinamento con gli eletti nelle circoscrizioni, nel mio caso ignorati nell'occasione di importanti incontri di livello regionale. Non ultimo le vaghe risposte ricevute alle mie rimostranze da parte del livello nazionale, peraltro nella totale assenza di quelli provinciali e regionale. Resta il rammarico di aver lavorato in anni per creare una realtà aperta e trasparente, in grado di essere una forza di governo del territorio nell'interesse dei cittadini, ma di aver alla fine riscontrato che le dinamiche di potere hanno pervaso il partito, che ha subito una deriva autoritaria calpestando quegli stessi ideali che aveva giurato di difendere. Credo che si debba ritrovare quello spirito di coesione e di vicinanza ai cittadini che la grande storia della sinistra italiana, nei cui ideali e tradizione mi riconosco, ha garantito nel tempo. Lasciando IDV passerò quindi nel gruppo degli "Indipendenti di sinistra", in cui proseguirò il mio impegno nella carica elettiva del Consiglio della Circoscrizione 2.
Bruno Lippi (Consigliere Circoscrizione 2)"

Tratto da Il Tirreno ed.ne di Livorno 09 aprile 2012

Sulla mala vicenda della Lega: se Sparta piange Atene non ride ...

A: dipietro@antoniodipietro.it, organizzazione@italiadeivalori.it, rota_i@camera.it

On. Di Pietro,
colgo l'occasione delle vicende di Lega-Bossi, partito legato al culto della personalità del fondatore e della sua famiglia, per interloquire con lei.

Le invio questa lettera aperta nella speranza che possa risvegliare in lei quell'interesse per la trasparenza degli atti amministrativi e contabili dell'IDV, interesse che a suo tempo ho vanamente sollecitato in più occasioni come di seguito intendo ricordarle.

Innanzi tutto mi presento, sono il dott. Bruno Rossi, ex consigliere provinciale di Lucca per conto dell'IDV e contestualmente membro del Direttivo Provinciale di Lucca.

Tralascio le vicende della sede provinciale di Lucca, oggetto di un commissariamento illegittimo ed antistatutario (pratica comune, consumatasi presso altre realtà del partito), che non è stata da lei tenuta in nessuna considerazione, nonostante i numerosi interventi, che le sono stati proposti. La questione che rende criticabile la gestione contabile ed amministrativa della nostra realtà provinciale e regionale toscana è la seguente: anche i responsabili della struttura amministrativa regionale dell'IDV non presentarono il bilancio al congresso regionale del 14/12/2008, nonostante richiesta specifica e proteste -anche pubblicizzate su quotidiani locali-. Il bilancio è alla base di qualunque forma di trasparenza per un partito che si ispiri alla legalità.

Le ricordo ancora di essermi appellato a lei in tutte le maniere possibili e di avere avuto in cambio solamente la partecipazione ad un incontro provinciale al Lucca, presso l'Hotel Guinigi, dell'On. Ivan Rota che, con metafore ispirate al gioco del calcio, invitò i presenti a trascurare qualsiasi elemento di critica, facendo gioco di squadra. Ne è seguita la "squalifica" dei militanti che chiedevano trasparenza e chiarezza.

Con queste premesse temiamo che uni dei prossimi bersagli possa diventare la stessa IDV. Indirizzi al più presto le strutture del partito a lei ispirate a compiere tutte le operazioni necessarie per entrare in un clima di legalità e di democrazia partecipata.

Dott Bruno Rossi
Presidente dell'Associazione “Ideali e Valori”
Via Geminiani, 65 - 55100 Lucca
www.idealievalori.org