Associazione Ideali e Valori
Difendiamo la verità affinchè la giustizia possa tutelare gli interessi collettivi ...

La fine dell'Amministrazione provinciale di Lucca: la notizia dell'anno

Si leggono sulla stampa i commenti di componenti del Presidente e della Giunta provinciale di Lucca sul futuro che li attende. I novelli Cincinnati che coronano con una sconfitta la loro brillante carriera, al contrario del Cincinnato storico, vincitore degli Equi, torneranno, secondo le loro dichiarazioni, non ad attività produttive agricole ma ad una vita sedentaria adatta alle loro capacità ed esigenze.

Ora essi, come tanti altri soggetti politici e non, avranno il tempo di ripensare alle imprese amministrative che li hanno visti protagonisti, di cui sarà il caso di compiere un riassunto nei prossimi commenti aiutati anche da tutti quei lettori che avranno il modo di portare il proprio contributo.

Associazione Ideali e Valori

20121103_Cincinnato_jpg

%%%%%%%%%%%% Aggiornamento di Lunedì 5 novembre 2012 %%%%%%%%%%%%

La Gazzetta di Lucca di lunedì, 5 novembre 2012, 14:21

Associazione Ideali e Valori: "La fine dell'amministrazione provinciale di Lucca: la notizia dell'anno"
lunedì, 5 novembre 2012, 14:21

Si leggono sulla stampa - è scritto in una nota dell'associazione Ideali e Valori - i commenti di componenti del Presidente e della Giunta provinciale di Lucca sul futuro che li attende. I novelli Cincinnati che coronano con una sconfitta la loro brillante carriera, al contrario del Cincinnato storico, vincitore degli Equi, torneranno, secondo le loro dichiarazioni, non ad attività produttive agricole ma ad una vita sedentaria adatta alle loro capacità ed esigenze. Ora essi, come tanti altri soggetti politici e non, avranno il tempo di ripensare alle imprese amministrative che li hanno visti protagonisti, di cui sarà il caso di compiere un riassunto nei prossimi commenti aiutati anche da tutti quei lettori che avranno il modo di portare il proprio contributo.


Schermata 2012-11-05 a 16.18.45

"Il Ram...pollo"

L'epilogo della vicenda del "Ram...pollo"

20120120_Il_Ram.pollo_1

20120120_Il_Ram.pollo_2

20120120_Il_Ram.pollo







La corsa verso il Comune ...

"Cerchiamo di essere realisti. Non lasciamoci trarre in inganno... dalla realtà!" -G. Gaber-


Osserviamo con attenzione i movimenti del vincitore: l'ispirazione e la gioia che lo posseggono gli fanno fare un balzo ed una successiva corsa sfrenata ed incoordinata a braccia allargate verso l'oggetto della sua attenzione: un corte in attesa del principe e soprattutto una bella bottiglia di spumante da trangugiarsi più o meno a rate. Non il discorso sullo stato dell'Unione ma una allegra bicchierata: il domami è già prefigurato da questi due passaggi essenziali che caratterizzano l'arrivo del vincitore. In Provincia, nella sala detta dell'Ademollo, sono rappresentati i trionfi dei generali romani reduci sulle vittorie sui barbari e probabilmente questi dipinti sono all'origine dell'ispirazione che ha colto il presidente della Provincia al momento della sua rielezione. I cortigiani romani e la plebe plaudenti, così come come il pubblico lucchese di piazza Cesare Battisti, non appaiono pensosi del futuro, ma semplicemente figuranti di un presente, ignari del futuro che li attende.



L'analogia storica fra questi eventi corrisponde ad un "déjà vu".

L'assenza di un discorso a suggello della bevuta preannuncia il vuoto di contenuto della politica amministrativa che è conseguita alla vittoria: ne fanno fede il default nell'ambito della funzione di coordinamento e controllo che l'Amministrazione Provinciale avrebbe dovuto svolgere nell'ambito della politica ambientale e di sviluppo economico, entrambi elementi essenziali di un PTC bloccato da circa 18 mesi. L'inerzia della stessa Provincia relativamente alla promozione di iniziative svolte a salvaguardare i livelli occupazionali -vedi il caso più recente della Corsonna- ne sono un esempio.

Di poi un vero e proprio stato di ebrezza amministrativa ha pervaso il Presidente Baccelli quando è intervenuto a gamba tesa nella vicende dell'Istituto Storico della Resistenza lucchese, quando illegittimamente ed illegalmente ha preteso d'imporre lo status di Organo Provinciale soggetto al proprio controllo un istituto autonomo, quale l'ISTORES, col necessario fiancheggiamento di persone presenti all'interno dell'ISTORES stesso, che hanno portato alla illegittima emarginazione del Direttore Lilio Giannecchini, sulla base di pretestuose argomentazioni e successive azioni di emarginazione inqualificabili.

"Cari, cari polli di allevamento coi vostri stivaletti gialli e le vostre canzoni. Cari, cari polli di allevamento nutriti a colpi di musica e di rivoluzioni. Innamorati dei colori accesi e delle grandi autostrade solitarie dove si possono inventare le americhe più straordinarie.


Con le mani sui grandissimi volanti l'odore dell'incenso e tanta atmosfera spingendo sull'accelleratore col vento tutto addosso finché non scoppia il cuore, il cuore, il cuore, il cuore... Tra un'allegria così forte e un bel senso di morte uno strano DLIN-DLAN DLIN-DLAN-DLIN DLIN-DLAN Cari, cari polli di allevamento scattanti come le palline dei vostri giochini cari, cari polli di allevamento che inventate come le palline i percorsi più strani che se qualcuno vedesse dall'alto le sponde dove state rimbalzando penserebbe che serve solo a questo la superficie del mondo. DLIN-DLAN DLIN-DLAN-DLIN-DLAN Siete voi che continuate a rimbalzare da un paese all'altro da una donna all'altra inseguendo una forza che sembra lo slancio di impazzire finché non scoppia il cuore, il cuore, il cuore, il cuore... Cari, cari polli di allevamento che odiate ormai per frustrazione e non per scelta cari, cari polli di allevamento con quella espressione equivoca che è sempre più stravolta. Immaginando di passarvi accanto in una strada poco illuminata non si sa se aspettarsi un sorriso o una coltellata. DLIN-DLAN DLIN-DLAN-DLIN-DLAN Questa vostra vita sbatacchiata che sembra una coda di lucertola tagliata per riflesso involontario vi agitate continuate ad urlare finché non scoppia il cuore, il cuore, il cuore, il cuore... Tra un'allegria così forte e un bel senso di morte uno strano DLIN-DLAN DLIN-DLAN-DLIN DLIN-DLAN Cari, cari polli di allevamento coi vostri stivaletti gialli e le vostre canzoni. DLIN-DLAN DLIN-DLAN-DLIN DLIN-DLAN DLIN-DLAN." -G. Gaber-

6

Continua ...

"Cosa sto a fare a continuare a fare il presidente della Provincia"

La Provincia Ente svuotato di funzioni - Botta e Risposta del 28 dicembre 2011




"Se effettivamente però la Provincia di Lucca sarà svuotata delle proprie funzioni entro il dicembre 2012, mi chiedo che cosa sto a fare a continuare a fare il presidente della Provincia; tra l'altro mettendomi in una situazione di imbarazzo, anche umano, oltre che politico amministrativo, perché dalle mie eventuali dimissioni dipende il destino non solo del sottoscritto, ma della giunta provinciale, di tutti i consiglieri provinciali, di quei precari che sono lo staff del presidente della provincia" .

La domanda che si pone il Baccelli è retorica ed esige due risposte: la prima è quella relativa alle azioni già compite, o per meglio dire non intraprese (assenza di iniziative politiche amministrative per dare consistenza alle funzioni di coordinamento e controllo proprie dell'Ente provinciale nell'ambito delle politiche ambientali e di sviluppo economico delle attività produttive; la seconda risposta il Baccelli l'ha già data quando si rammarica del destino "precario" del suo staff ed "entourage", che si troveranno orbati per la sua caduta.

Sullo sfondo si proietta la possibile candidatura a Sindaco di Lucca; cui si contrappone il quesito su quali gruppi e su quali mezzi egli farebbe conto ed agio.